Al Fotomuseo di Winterthur il collettivo di artisti anonimo Hulda Zwingli

Fotomuseo Winterthur

WINTERRTHUR – Al Fotomuseo di Winterthur il collettivo di artisti anonimo Hulda Zwingli.

AL FOTOMUSEO WINTERTHUR ATTIVISMO FEMMINISTA SUI SOCIAL MEDIA

Hulda Zwingli è un collettivo di artisti anonimo, attivista e personalità di Instagram. Dalla fondazione del collettivo in occasione della marcia delle donne del 14 giugno 2020, Hulda ha esaminato e denunciato la disuguaglianza di genere nel mondo dell’arte così come nello spazio pubblico con statistiche distinte e commenti astuti, perché #representationmatters. In un discorso online, Hulda Zwingli fornisce informazioni sul lavoro attivista del collettivo di artisti sui social media, in cui Hulda evidenzia diverse strategie di attivismo femminista su Internet.

L’evento è gratuito, si terrà in tedesco e si svolge su Zoom. I dettagli su come accedere al talk online saranno confermati al momento della registrazione. Questo evento si svolge nell’ambito della mostra Valie Export, le fotografie. È la prima mostra incentrata sull’opera fotografica dell’artista Valie Export nata nel 1940, le cui performance a volte provocatorie e installazioni sperimentali sono state fonte di polemiche. La mostra esamina l’uso della fotografia da parte di Export come esplorazione critica dei processi di raffigurazione e rappresentazione. All’interfaccia tra film, video arte, disegno e body art, le fotografie offrono una nuova prospettiva sulla sua opera creativa.

FacebookTwitterWhatsAppTelegramLinkedInEmail