Come andrà la Borsa oggi? Prudenza con uno sguardo agli USA

fed

ZURIGO – Come andrà la Borsa oggi? (Centro Studi OOPS Tech).

LA BORSA DI OGGI

BORSA ITALIANA (Milano)

la BORSA SVIZZERA (SIXì)

BORSA AMERICA NORD (NYSE)

OTTIME NOTIZIE DAGLI USA

I futures azionari puntano a guadagni in Europa dopo l’approvazione dell’accordo sul tetto del debito degli Stati Uniti da parte della Camera. In Asia, i benchmark azionari hanno registrato un ampio rialzo, il dollaro si è indebolito, i rendimenti dei Treasury sono rimasti invariati, mentre i futures sul petrolio hanno guadagnato e l’oro è sceso. Le azioni europee sono destinate a guadagnare all’apertura di giovedì, in seguito ai progressi sul tetto del debito americano e mentre gli investitori valutano i dati economici e speculano sulla probabile azione della Federal Reserve in occasione della riunione del 13-14 giugno.

L’accordo sul debito degli Stati Uniti è progredito con l’approvazione da parte della Camera di una legge che sospende il tetto del debito del governo federale di 31.400 miliardi di dollari in cambio di tagli alla spesa.   L’approvazione dell’accordo invia la misura al Senato, dove i leader hanno promesso un’azione rapida, e il Presidente Biden ha dichiarato di essere ansioso di firmare la misura in legge. Nel frattempo, i dati del Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti hanno mostrato mercoledì un aumento delle aperture di posti di lavoro in aprile, invertendo tre mesi di cali e rinnovando i timori degli investitori che la Fed non abbia finito di alzare i tassi di interesse. Tuttavia, due funzionari della Fed hanno segnalato ieri la crescente probabilità di mantenere i tassi di interesse fermi nella riunione di giugno, a meno che non venga pubblicato un rapporto sui posti di lavoro venerdì, prima di prepararsi ad alzarli nuovamente nel corso dell’estate.

  “La decisione di mantenere costante il nostro tasso di interesse in occasione della prossima riunione non deve essere interpretata come il raggiungimento del picco massimo di questo ciclo”, ha dichiarato il governatore della Fed Philip Jefferson in un discorso tenuto mercoledì.   Anche il presidente della Fed di Filadelfia Patrick Harker, membro votante del FOMC quest’anno, si è detto favorevole a mantenere i tassi costanti a giugno.   Ronald Temple, capo stratega di mercato presso Lazard, ha affermato che un forte rapporto sui posti di lavoro venerdì rafforzerebbe l’ipotesi di un rialzo dei tassi, in quanto la Fed non può permettersi una pausa prematura con un’inflazione di base ben al di sopra del 5%. “Se si riesce a fare chiarezza su una recessione, sui suoi tempi e su cosa farà la Fed, si spera di ottenere una maggiore ampiezza che permetta al mercato di salire. Senza questi elementi, siamo un po’ bloccati”, ha dichiarato Michael Arone, chief investment strategist di State Street Global Advisors. (Centro Studi OOPS Tech).

FacebookTwitterWhatsAppTelegramLinkedInEmail