Patrimonio audiovisivo ticinese: un’indagine da record a Bellinzona

bellinzona piazza

BELLINZONA – Patrimonio audiovisivo ticinese: un’indagine da record a Bellinzona.

BELLINZONA: VIDEO E FOTO IN TICINO

Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport, per il tramite dell’Ufficio dell’analisi e del patrimonio culturale digitale, comunica che è ancora in corso il Censimento del patrimonio audiovisivo del Cantone Ticino, promosso dal Sistema per la valorizzazione del patrimonio culturale in collaborazione con Memoriav. Considerata la partecipazione da primato di enti e privati e l’alto numero di sondaggi in corso d’elaborazione, il termine per prendere parte all’iniziativa è stato posticipato a fine settembre. Per l’occasione il 29 settembre a Bellinzona si terrà l’evento “Tracce multimediali. Scoprire e riscoprire i patrimoni audiovisivi”. Nel mese di gennaio ecco il Censimento del patrimonio audiovisivo ticinese, iniziativa promossa dall’Associazione per la salvaguardia della memoria audiovisiva svizzera con l’obiettivo di realizzare una mappatura dettagliata del patrimonio costituito da materiale fotografico, audio e video conservato presso enti pubblici e privati della Svizzera.

UN SEMINARIO

Nel Cantone Ticino l’iniziativa è stata accolta con entusiasmo e quindi deciso di posticipare il termine di partecipazione alla fine di settembre. Ad oggi sono più di 560 le adesioni al censimento, che raccontano uno spaccato della storia e della cultura ticinese di fondamentale importanza: dalle lastre fotografiche degli anni Venti del Novecento custodite da un privato, fino alla nota collezione dell’Archivio Storico della Città di Lugano. Sono inoltre in corso d’elaborazione alcune centinaia di moduli.  In occasione della conclusione del Censimento si svolgerà il workshop “Tracce multimediali. Scoprire e riscoprire i patrimoni audiovisivi”. Si terrà il 29 settembre presso la Sala Conferenze di Palazzo Franscini, a Bellinzona. L’evento costituirà l’occasione per approfondire le specificità dei patrimoni di immagini, documenti audio o video presenti sul territorio. Come capire se i materiali hanno un valore culturale? Come assicurare al meglio la loro conservazione?

FacebookTwitterWhatsAppTelegramLinkedInEmail